Cultura e Tradizione

Valle d'Aosta Medioevale

I castelli della Valle d'Aosta sono i protagonisti di questo video ricco di spettacolari riprese panoramiche tra le montagne. Sono mostrati il Forte di Bard, il Castello di Fénis, il Castello di Ussel, il Castello di Verrés, Castel Savoia e molti altri meno conosciuti.

(A cura della Regione Autonoma Valle d'Aosta - Ufficio Turistico regionale)

 

EMOZIONI, arte, storia e paesaggi in Valle d'Aosta

Documentario sui beni artistici e culturali della Valle d'Aosta.

(A cura della Regione Autonoma Valle d'Aosta - Ufficio Turistico regionale)

 

 

 

 

Forte di Bard 

Uno dei complessi monumentali più grandi ed importanti d'Europa dal FORTISSIMO valore culturale, storico e turistico.

Museo delle Alpi,  eventi, mostre temporanee, sport!!

 Passeggiando per il centro storico di Pont Saint Martin:

La Casa forte detta 'L Castel:

è il castello che da' il nome al nostro B&B ed è situato a pochi metri dalla nostra struttura, è stato appena ristrutturato ed è sede di importanti mostre. Nei mesi di luglio e agosto sarà aperto sabato e domenica dalle 15.00 alle 17.30.

 

Il Ponte Romano

Risalente al 25 a.C. è un bellissimo esempio della straordinaria competenza degli architetti romani, si tratta infatti di un manufatto poderoso, con un unico arco a sesto ribassato di ben 31 metri di luce. Le sue spalle, formate da blocchi ben squadrati poggiano sulla viva roccia. Alla destra del ponte, troverete una stradina lastricata in porfido che  porta alla sommità del monumento, proprio all'inizio della strada noterete una scalinata che scende alla base del ponte e al Museo del Ponte Romano, allestito nella Saletta Lys, aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00 con ingresso gratuito.

Il Castello Baraing

L'abitazione, detta castello Baraing, è in puro stile neogotico, con due torri più elevate posteriormente e altre due più basse sulla fronte, merli a coda di rondine e finestre a bifora con decorazioni in terracotta. Ampie serre vetrate e un giardino con fontane completavano l'insieme. L'inaugurazione ebbe luogo nel 1894.

La moglie del proprietario, Delfina Bianco, benefattrice del paese, lasciò il castello per testamento al Comune di Pont-Saint-Martin, che lo ha destinato a sede della Comunità Montana Mont Rose 

Il Castellaccio di Pont-Saint-Martin 

 La parte più antica della costruzione è la primitiva cinta muraria esagonale, con porta al livello del suolo: essa conteneva un probabile "donjon", ora scomparso, e potrebbe risalire all'XI secolo. Entrando nel castello da una porta a tutto sesto protetta da feritoie si può vedere a sinistra un corpo abitativo risalente al XIII-XIV secolo, con grandi finestre a crociera. Nei diversi vani si possono riconoscere resti di camini monumentali, tra cui quello della cucina, la cui volta ora crollata presentava un'apertura centrale. A lato della dimora signorile, nel cortile, si trova una cisterna dall'intonaco rosato, pressochè intatta. A est un altro corpo di edifici distrutti conserva la prigione in cui, secondo la leggenda, venne lasciato morire il cugino di Caterina di Perloz rapita da Guglielmo di Bard e rinchiusa nella torre d'angolo.

La Chiesa di Fontaney

La Chiesa di Fontaney si trova lungo la strada regionale di Perloz, poco al di sopra del capoluogo, nascosta dalla vegetazione dei cipressi e dei bossi, in un luogo ricchissimo di sorgenti la cui umidità ha causato purtroppo il declino di questo bel modello, che riproduce in miniatura la pianta della Cattedrale di Aosta. 

 

 

 

Foto Gallery

B&B Al Castel

Via Castello, 8

11026 Pont-Saint-Martin (AO)

+39 347.4767125

Pagina Facebook

©2019 - web design: CSW - foto: DM - Area riservata